LETTERA A ME STESSA

Cara Anna,

so che gli ultimi periodi sono stati difficili , che il vento non ha soffiato gonfiando le tue vele, che la tua bussola si è rotta durante le tempeste e hai dimenticato nello sconforto tutte le nozioni per ritrovare la giusta rotta attraverso la lettura delle stelle.

So che sei arrabbiata per ciò che non hai compreso quando era facile farlo, per ciò che non hai detto quando sentivi che era giusto farlo, per tutte le volte che non hai seguito il tuo istinto, per tutte le volte che hai sentito quel sottile senso di disagio che ti diceva di cambiare direzione e non lo hai ascoltato.

So che sei delusa da te stessa, appesantita dal giudizio inappellabile che continui ad emettere nei confronti degli errori fatti e dei risultati che ne sono scaturiti e di te stessa.

So che sei stanca di non riuscire a trovare soluzioni efficaci ai problemi esistenti, che ti mancano molte delle cose che in questa situazione non puoi permetterti, che il tuo corpo ti dice ogni giorno che dovresti fare tutto il possibile per cambiare la situazione, che dovresti trovare l’energia per reagire a tutto ciò che non sopporti più.

So che ogni giorno ti svegli cercando di vedere il sole anche quando il cielo è cupo, che cerchi di sorridere anche quando non hai neanche la forza di alzarti da quel letto.

So che ogni volta che la banca chiama, qualcosa dentro di te fa clic, che ti senti umiliata, ti senti fallita, senza direzione, troppo spesso senza via d’uscita.

So anche che non ti vuoi abbastanza bene, che fai fatica a dimostrare il tuo affetto anche a coloro che ti sono accanto in questo momento, che il ungo periodo di difficoltà ti ha resa avara di ogni cosa, perchè questo è il risultato di lunghi periodi di privazione.

So che sai tutto ciò che ho appena elencato e ogni giorno ti fai domande per cercare di trovare risposte e soluzioni e vie d’uscita. Per fare quel salto che oramai è INDISPENSABILE per poter continuare la tua vita e per fare in modo che sia degna di essere chiamata tale.

Ma so anche che se non riuscirai a perdonarti per aver confuso gli obiettivi di altri con i tuoi, per aver scambiato i sogni di qualcun altro per i tuoi, per tutte le volte che pur avendo capito, non hai agito, per aver sbagliato e creato la tua vita così come oggi purtroppo è, nulla cambierà.

Quel salto richiede lo sforzo più grande.

Saper perdonare se stessi è la cosa più difficile.

Ma credimi : è l’unica strada percorribile per poter ritrovare la tua rotta, PER POTER TROVARE FINALMENTE LA TUA VERA DIREZIONE.

Buon vento Cara Anna.

FIRMATO : L’altra Te

Advertisements

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...