SIGARETTE ANTINCENDIO : QUAL’E’ LA VERITA’ ?

E’ incredibile quanto a volte non basti navigare nell’oceano della rete diverse ore al giorno per poter essere veramente aggiornati su cosa succede là fuori, nel mondo.
O meglio, il dubbio che mi viene in realtà è che, certe cose, proprio non le vogliano far “passare”, per cui vengono miracolosamente mischiate nel fondo dell’oceano fra alghe e paguri.
Cominciamo dall’inizio : io fumo. Ebbene si. E’ l’unico vizio che continuo a concedermi. Mi piace. So che fa male. Ho già smesso una volta per tre anni, così, dalla sera alla mattina. Avevo trovato la motivazione giusta che in quel periodo servì a farmi smettere senza grande fatica ( e non fumavo poco! ). Allora cantavo in gruppo e decisi di frequentare una scuola di canto e date le poche risorse economiche del tempo ( niente di diverso da ora ! 🙂 ), facendo una botta di conti , mi accorsi che i soldi che spendevo in un mese per le sigarette erano pari alla retta mensile della scuola. Per cui voilà. Decisi che mi interessava di più migliorare il mio canto e smisi.
Non vi racconterò perché ricominciai, ma posso dire che ad oggi la sigaretta per me rappresenta un momento mio: quella del dopo caffè la mattina che rappresenta l’inizio della giornata, quella che conclude una calda e amichevole cena con gli amici, quella accesa in un momento di solitudine e riflessione. So che qualcuno capirà e qualcuno no. Ma il punto non è questo.
Il punto è che da circa un mese a questa parte, avevo notato che le sigarette acquistate dai miei due soliti fornitori abituali, tabaccai del paese in cui vivo, si spegnevano spesso. Non sono abituata a fumare una sigaretta in pochi tiri e velocemente, ma bensì a “gustarmela” dato che rappresenta un momento di pausa. E non “tirando” costantemente, la sigaretta si spegneva. Dopo il primo pacchetto con questo “difetto”, l’ho fatto notare al mio compagno che fuma invece il tabacco e le “sigarette fai da te”, il quale davanti alla mia spiegazione mi ha risposto con un’ipotesi che lì per lì mi è sembrata accettabile e logica, e cioè che probabilmente gli scatoloni contenenti quella partita, fossero stati conservati in un ambiente troppo umido.
Ho continuato a comprare le sigarette sempre dai due tabaccai preferiti e il problema si è ripresentato e la mia perplessità è aumentata. Tre giorni fa navigando fra alghe e paguri, ho incontrato per caso un articolo su un blog che parlava delle “sigarette antincendio”. E lì mi si è aperto un mondo.

Per chi non lo sapesse, l’articolo diceva così :

Le sigarette antincendio sono già in commercio in Europa da fine agosto, ma diventeranno obbligatorie da giovedì prossimo: e’ questa la data annunciata oggi dalla Commissione europea per l’introduzione, da parte dei produttori di tabacco, delle bionde che si spengono da sole se lasciate incustodite.
Le sigarette lasciate accese ”sono una delle cause principali di incendi fatali in Europa”, ha spiegato una portavoce dell’Esecutivo di Bruxelles. Le nuove sigarette, denominate a ‘ridotta propensione di combustione’ potranno ridurre il numero di vittime di oltre il 40%, ”salvando centinaia di vite umane ogni anno”.
Dal 17 novembre, quindi, ”tutte le sigarette vendute in Europa dovranno ottemperare a tali disposizioni – ha detto la portavoce -. Spetterà alle autorità nazionali far rispettare questa nuova misura di sicurezza antincendio”.
”Non esiste una sigaretta sicura e, ovviamente, la cosa piu’ sicura consiste nel non fumare affatto – ha commentato il commissario europeo responsabile per la Salute e i consumatori, John Dalli -. Ma se le persone scelgono di fumare, le nuove norme che stanno per entrare in vigore faranno obbligo ai fabbricanti di sigarette di produrre soltanto sigarette con ridotta propensione alla combustione proteggendo cosi’ centinaia di cittadini dal rischio d’incendio”.
Le sigarette anti-incendio, assicurano i produttori, hanno lo stesso gusto e aspetto di quelle tradizionali e anche il costo e’ lo stesso, dato che le spese aggiuntive vengono assorbite dai produttori. Il meccanismo di autospegnimento viene assicurato da tre bande trasversali posizionate sotto la cartina all’inizio, nel mezzo e verso la fine della sigaretta, che la estinguono se questa non viene tirata. (ANSA).

E il sito del corriere della sera pubblicava questo invece :

Da oggi obbligo le sigarette antincendio

Entra in vigore il provvedimento della Commissione Europea che mette in pratica la norma EN 16156

ROMA – Entra in vigore il provvedimento della Commissione Europea che mette in pratica la norma EN 16156, recepita in Italia dall’UNI Roma, 17 novembre 2011 – Entra in vigore oggi, giovedì 17 novembre, il provvedimento della Commissione Europea che obbliga i produttori di tabacco a vendere solo “sigarette antincendio”. In tutta Europa si potranno acquistare sigarette a ridotta propensione di combustione. Si tratta di sigarette che si spengono da sole, se non “tirate”. Un metodo efficace per contrastare una delle maggiori cause di incendi e per prevenirli. Questo provvedimento arriva dopo la pubblicazione della norma europea EN 16156:2010 “Cigarettes – Assessment of the ignition propensity” recepita in Italia dall’UNI – Ente Nazionale Italiano di Unificazione – come UNI EN 16156 “Sigarette – Valutazione della propensione all’innesco – Requisiti di sicurezza”.

La EN 16156 va a completare il quadro tracciato dalla precedente norma, sviluppata in parallelo con l’ISO (Organismo mondiale di normazione): la EN ISO 12863:2010 “Metodo di prova normalizzato per la valutazione della propensione all’innesco delle sigarette”. Entrambe sono state sviluppate per rispondere al Mandato M/425 della Commissione europea relativo ai requisiti di sicurezza antincendio per le sigarette. L’obiettivo era quello di trovare una soluzione tecnica che impedisse alle sigarette non attivamente fumate di consumarsi e bruciare in tutta la loro lunghezza, rappresentando una fonte di innesco e quindi un potenziale pericolo di incendio. Con il mandato M/425 è stata ribadita la necessità di elaborare norme tecniche che prendessero in considerazione due differenti aspetti: i requisiti di sicurezza antincendio (trattati dalla EN 16156) e la definizione di un opportuno metodo di prova per determinare la validità dei campioni sottoposti a prova (trattata dalla EN ISO 12863). I riferimenti delle due norme tecniche sono stati pubblicati oggi nella Gazzetta ufficiale europea C336 in quanto tali norme rispondono ai requisiti di sicurezza stabiliti dalla direttiva 2001/95/CE sulla sicurezza generale dei prodotti.
17 novembre 2011 | 19:04”

Ora : per esperienza personale e per confronti con altri fumatori vi garantisco che non è assolutamente vero che le sigarette non hanno cambiato sapore, al contrario, almeno quelle che fumo io “camel light morbide” ( nei vari confronti so per certo che è la stessa cosa per le “marlboro rosse morbide “ ) non sono di sicuro più le stesse. Non fidandomi della storia delle tre bande trasversali posizionate sotto la cartina, ho aperto una sigaretta e guardato la cartina controluce e con una lente d’ingrandimento e delle tre bande non c’è traccia. Per cui : cosa fa spegnere la sigaretta? A me viene da pensare vista la variazione di “sapore” e l’invisibilità delle famose “bande” , che, o la carta o il tabacco stesso, venga invece trattato con qualche agente ( chimico ? ) che facilita questo “effetto spegnimento”. E il fatto che non abbiano diffuso la notizia in maniera risonante ( o solo io non ne ero a conoscenza e me ne sono accorta perché fumare non è più un gran piacere? ) mi fa pensare che in fondo nessuno avesse interesse a farlo sapere. Perché?

Se avessi le possibilità manderei sia la sigaretta che il tabacco ad esaminare in un laboratorio di analisi, così..giusto per togliermi il dubbio.

Ovvio che qualcuno si chiederà : ma se già fumare ti fa male cosa ti interessa se hanno aggiunto all’interno una ulteriore sostanza dannosa?
Diciamo che mi piacerebbe saperlo per poter scegliere.
Se lo sapessi forse finalmente mi impegnerei ad imparare a farmi le sigarette con il tabacco ( che sembra essere scevro dall’aggiunta di agenti chimici per il sapore ) e smetterei di comprare quelle già confezionate.
Di sicuro potrei scegliere.
Invece la sensazione che mi è giunta da tutta questa storia è che, come solito, veniamo messi davanti ai fatti compiuti. E non so a voi, ma a me fa immensamente in****re!

P.S. Ma le vostre sigarette sono uguali a prima? 🙂

Advertisements

45 pensieri su “SIGARETTE ANTINCENDIO : QUAL’E’ LA VERITA’ ?

  1. Le sigarette Diana han cambiato gusto,corposità e altro.Il mio pensiero è che vi sia stata aggiunta una qualche sostanza chimica nel tabacco. Leggo che in tre punti della sigaretta, han messo……non ho capito bene.Anche sul vostro sito, un signore che ha sezionato la sigaretta guardando con la lente la cartina e nulla gli risulta..strano tutto ciò.Gli organi di informazione mai ne han parlato,questa è un’altra anomalia,vi è qualcosa che non va.By iko

    • Assolutamente d’accordo con te Iko. La cartina non presenta nessuna differenza. Mentre il tabacco sembra essere completamente diverso. Possibile che nessuno dica niente? Grazie per la tua testimonianza sulle Diana e per il tuo commento.

      • Confermo, fumare no. È più un piacere come lo era prima per me… Faccio fatica a finire una sigaretta ed anche io fumo Diana… Rosse per la precisione ed oltre al fatto che si spengano sono totalmente diverse, non so descrivere bene in cosa ma sono arrivato al punto da averne quasi schifo!

        • Come dicevo a Pierlu, io mi sono convertita al tabacco! Il mio compagno era da diverso tempo che cercava di farmi capire quanto fosse meglio. Come dicevo non avevo ancora fatto il passo perchè totalmente incapace di rollarmele. Ho trovato però una piccola macchinetta in plastica che mi aiuta in questo. Posso garantirti che c’è da guadagnare in tutti i sensi : un pacchetto di tabacco “Samson Blu” ( questo è quello che sto provando ) costa € 6.00 ( è aumentato di un euro anche lui! ) e mi dura 4 giorni. Tenendo conto che le Camel Light che fumavo prima, costano € 4.30 e un pacchetto mi bastava per un giorno e mezzo, ci guadagno anche a livello economico. Il gusto è salvo e la tosse è diminuita. Di sicuro il mal di testa non c’è più. Consiglio vivamente di provare.

  2. Sì il gusto delle bionde è molto cambiato. Io dopo 5 pacchetti non riesco più a fumarle, per me sono diventate disgustose ed il mio fisico le rifiuta con mal di testa e secchezza in gola e bocca.

    • Sono d’accordo sul mal di testa. A me fanno venire anche una tosse veramente insopportabile. Infatti mi sono convertita al Tabacco e alle sigarette fatte con le mie manine sante! ( beh ci è voluto un pò a imparare a rollarle, ma sto facendo progressi! Ne fumo la metà, ma ci guadagna gusto e salute! Prova!

  3. Incredibile anch’io ieri ho comprato tabacco e cartine.Peccato che il tabacco Diana a Lecce non l’ho trovato ma anche chesterfield va bene uguale anche se x me è un po forte.La macchinetta??sorrido…Tanti anni fa mi facevo le canne e con mia grande sorpresa dopo qualche sigaretta sto pian piano raggiungendo una discreta manualità.Quando ho 10minuti me ne faccio 3/4…sembrano spinelli…ma…chi se ne frega…ciao

  4. Ho sempre fumato le camel light ma ora non ce la faccio più, mi prende un solletico in gola con conseguente tosse stizzosa che mi toglie il respiro ed il gusto sa di plastica..ho provato a cambiare marca ma idem….che diavolo ci fanno fumare?? Sono riuscita a farmi una discreta scorta di stecche vecchie ma quando finiranno credo che non avrò alternativa allo smettere di fumare perchè non è più un piacere…creiamo una petizione per avere la verità sul contenuto??

    • Io sarei ben contenta di farlo! Dobbiamo provare con tutti i mezzi a nostra disposizione. Facebook, twitter, i nostri blog e magari rivolgerci che so ad avaaz per esempio. Magari riusciamo a scuotere un pò la situazione. Nel frattempo ti consiglio di passare al tabacco. Credimi è molto molto meglio!!! Fammi sapere come pensi di sviluppare le cose. IO vedo se possiamo fare una pagina su facebook sol per questo. che dici? Ogni aiuto in merito è ben accetto.

      • Una pagina su facebook??.Si potrebbe anche fare,non so che risultati si possono avere ma…ok proviamo.Che io sappia non dovrebbe avere costi quindi facciamolo,male che vada non ci rimettiamo niente.Il mio profilo su facebook è rappresentato da una foto di un famoso quadro che a me piace molto,l’urlo di Munch ed ho come nikname ikomelgar o melgar tolima…Ti aspetto ciao iko

      • Sono d’accordissimo…ora che anno fatto le sigarette antincendio salveranno quei quattro deficenti che si addormentano con la sigaretta accesa,mà faranno morire tutto gli altri…che skifo…

  5. Ciao buon giorno a tutti.Oggi 22/12/2011 mi sono deciso,si ho telefonato al numero verde della philips morris il cui numero verde è: 800905669 facendo presente il problema delle sigarette ke si spengono da sole tanto blablabla…ma niente da fare.Più gente tel meglio sarà,questo ho capito dalla conversazione avuta con il signore del center,in quanto loro registrano tutto e comunicano a chi è di competenza.Gente,amici,cittadini tutti..TELEFONATE IN MOLTI….ma..subito,quanto prima la tel è gratis.By iko

  6. Prima l’hanno scritto sui pacchetti che dovevamo morire ora le Lobby del Farmaco assetate di nuovi malati di Cancro Polmonare hanno imbibito il tabacco (anche quello da pipa) di sostanze cancerogene in modo da poter piazzare sul mercato le loro micidiali quanto inefficaci chemioterapie et similia e dimostrare che è il fumo a provocare il cancro.
    L’effetto cancerogeno è lento, inutile terrorizzarsi, basta allarmarsi e diffondere.
    Consigli: acquistare sigarette in Svizzera (circa 1€ + care), da Paesi dell’Est Extracomunitari (Ucraina, Moldavia, ecc.) vengono vendute nei loro mercatini (circa €2,50 le migliori marche, Made Under Autority of Philip Morris Products S.A. – Neuchatel – Switzerland)

    Nessuno vi obbliga a credere a quanto sopra esposto, nemmeno se postassi i risultati delle mie ricerche e la strumentazione utilizzata per le stesse, sarei credibile in quanto sono un perfetto sconosciuto.

    L’unico ente nel quale (spero) credo ancora per chiarire questa sporca faccenda sono i N.A.S. – Nucleo Anti Sofisticazione dell’Arma dei Carabinieri. Ma per farli intervenire non basta un contatto e-mail, citazione dal sito C.C.:
    “Tali contatti non possono essere utilizzati per inoltrare denunce, esposti o segnalazioni per attivazioni di carattere operativo.”
    Servirebbe un avvocato o similare (niente associazioni per l’amor di Dio) che raccogliendo un pò di firme porti avanti la cosa, se se ne trova uno che “sniffa” la puzza di marcio ci darà dentro a tutta manetta.
    In questo campo però sono impreparato, conosco un paio di avvocati ma non sono adatti.
    Forse qualcuno di voi potrebbe aiutare, stare a leggere i blog va bene poi ad un certo punto si deve agire, con i fatti.

    Da questa sera il blog: SIGARETTE ANTINCENDIO : QUAL’E’ LA VERITA’ ?
    è sul mio Twitter: https://twitter.com/AmbrogioCatanza/statuses/151738332488015872

    Ciao, Roby.

    • Caro Roby, innanzitutto grazie per il tuo commento. Io mi fido di ciò che dici, immagino avrai fatto test per verificare ciò di cui io mi sono accorta semplicemente ascoltando il sapore e gli effetti di risonanza sul mio corpo…:-). Interessante la questione dell’avvocato. Anche io ho un amico avvocato a cui potrei sottoporre la cosa. Ci provo e vediamo che succede. Ma ciò che dici quindi riguarda, oltre al tabacco da pipa, anche il tabacco da sigarette? ( tipo Drums o Sanson? )perché se così è si nota molto meno o meglio ho riscontrato meno effetti collaterali( anche se dovremmo partire dal presupposto di smettere che sarebbe sicuramente più salutare!). Teniamoci in contatto. Bisogna fare qualcosa. Un abbraccio e soprattutto un grande augurio di Buon Anno!!

      • Cara Mentina (buttata lì),

        spero che il tuo avvocato non si defili subito e che magari ti indirizzi, da amico, verso la strada giusta da seguire per far intervenire i N.A.S. o altro. Quando mi sono accorto che le sigarette erano “adulterate” ho comprato il kit cartine, filtrini, macchinetta assieme ad una confezione di “Golden Virginia – Hand Rolling Tobacco” Monopolio di Stato dal profumo ottimo, ero convinto di aver trovato la soluzione (personale) ne ho preparate tre o quattro ma ho dovuto amaramente ricredermi, se non tiravo come tre turchi si spegnevano prima ancora delle sigarette. Le marche che citi non le conosco, ma se sono importate da Switzerland vai tranquilla, ho telefonato ad un Grossa Rivendita di Tabacchi a Mendrisio (CH) e mi ha detto che “noi quelle porcherie non le facciamo”.

        Mi spiace non essere d’accordo con te sul fatto che sia salutare smettere di fumare, la nicotina svolge un’azione importante sul cervello rendendolo più pronto, concentrato, veloce nell’elaborazione delle idee, insomma rende più intelligenti almeno durante la spipazzata, anche oltre se uno ce l’ha nel sangue in dosi cospicue.

        Il catrame, ma questa è solo una mia teoria che vorrei venisse condotta come ricerca, io non ne ho la possibilità, riveste la superficie interna dei polmoni di una pellicola protettiva assolutamente impermeabile. Nemmeno le Nanoparticelle riescono a passare, tutte le schifezze che respiriamo si depositano in basso e per mezzo dei bronchi , con un colpo di tosse o al massimo una sgat….ta, vengono restituite all’ambiente degradandosi per mezzo del muco stesso.

        Se tu noti tutte le popolazioni antiche hanno sempre “Pipato di Brutto” la loro longevità non era certo elevata ma la durata relativamente breve, ma sana e felice, della loro vita e’ stata causata dall’evoluzione (devoluzione?) della specie ancora in fase di crescita e da fattori ambientali come carestie, periodi glaciali e non da ultimo dai Genocidi che l’uomo bianco ha regalato loro.

        Guarda questo articolo: http://tinyurl.com/378wd9r

        Secondo me non bisogna fumare “a vanvera”, cioè quando ti accendi la sigaretta meccanicamente, o quando sei incazzata, irritata, ecc.

        Lì il fumo inizia a far male perchè la Nicotina non sa discernere tra il pensiero positivo e quello negativo e produce l’effetto contrario aumentando l’incazzatura.

        Se sei nervosa, incazzata, ecc. prima scendi dal ….., poi ti fai un bel the abbondante e concentrato, quindi spipazzati un paio di sigarette tranquilla.

        Ho divagato un pò ma Non Perdiamoci di Vista, dobbiamo fare qualcosa,

        Ciao Stella, Roby

        • 🙂 finalmente qualcuno che mi toglie il pensiero che smettere di fumare sia salutare ( in cuor mio non l’ho mai pensato, proprio per tutte le motivazioni che tu hai addotto! 🙂 ). Mentre sono pienamente d’accordo con il “fumare consapevole” ( cosa che peraltro dovremmo applicare in tutti gli aspetti della vita, dal cibo che ingeriamo, alle emozioni che nutriamo, alle cure che scegliamo per il nostro corpo e la nostra mente ). Il tuo divagare non lo è affatto! Un abbraccio.

      • Grazie Roby,ho letto con attenzione ciò che tu hai scritto e sinceramente ho difficoltà a credere..Mi è venuta in mente la lega federconsumatori,nn so magari non può niente contro queste lobby ma io un tentativo voglio farlo avvalendomi del tuo intervento su questo sito…Naturalmente più segnalazioni avranno meglio sarà.Io già ho tel al numero verde della philips morris fate 1 tel male non farà sicuro,più saremo meglio sarà..ciao by iko

  7. Iko, lo so che la mia teoria è difficile da digerire e che può sembrare una specie di Autodifesa Psicologica e non ti chiedo di credere, ti posso dire con sicurezza che qualcosa di altamete nocivo è stato inserito nel tabacco. Ti faccio i miei auguri don Federconsuatori però fai una prova:
    Ricerca con Google: “sigarette che si spengono” = Circa 35.700 risultati (0,13 secondi)
    Poi vai sul sito di Federconsumatori, nella casella ricerca immetti sigarette, c’è poi una casella a discesa “Cerca In” dove puoi effettuare la ricerca in tutti le categorie del sito, provaci pure ma il risultato è sempre lo stesso:
    Ricerca di sigarette nella categoria “Tal dei Tali”
    Nessun record trovato

    Non ti dice niente?
    Te lo vedi il buon Rosario Trefiletti a lottare contro l’UE?
    IMHO Tutte le Associazioni (tranne qualche rarissima occasione) che si dichiarano “senza scopo di lucro” hanno l’obbiettivo esattamente opposto, fare soldi e non pagare le tasse, promettono cause durissime contro questo e quello, qualcuna la vincono ma la maggioranza le perdono dicendo all’associato “sa! mica sempre si può vincere, quel giudice è un cane, c’è stato un errore procedurale” ma la quota associativa non viene restituita. Per me sono gentaglia da sbattere in galera, IMHO.

    Attenzione poi che se si dovesse vincere un’ipotetica causa estesa a tutti i fumatori consapevoli o inconsapevoli del fattaccio, il risarcimento potrebbe essere di qualche miliardo di euro da parte della UE. Fantascienza?

    Julia Roberts, se ci sei batti un colpo. 🙂

    Ciao, Roby

    • …….non ho parole…sorrido,hai stroncato quel poco di ottimismo e argomentazioni che avevo..Non ti conosco, ma sono certo che sei un bel tipetto di persona,naturalmente nel senso positivo del termine.Vedo che sei una persona istruita,colta e preparata;merce rara in rete..Ora non ho ne fantasia ne voglia nel seguire i tuoi giusti suggerimenti,ma quanto prima proverò a fare ciò che tu mi dici o suggerisci.Ti saluto e ti auguro un felice anno nuovo a te (scusami x il tu) ed a tutti gli amici del sito..by iko

  8. Non so neanche come ho fatto a capitarci quissù…fatto sta che sono rimasto rapito. Anche a me è successa esattamente la stessa cosa! Le mie sigarette (Winston e Benson and Hedges) un giorno hanno cambiato sapore al punto che (incredibilmente!) ho smesso di fumare! Così, di botto. Al quinto/sesto pacchetto orrendo e “autospegnitivo” ho dato forfait. La cosa incredibile è che non mi è neanche mai più venuta voglia di rifumare (e io ne fumavo un pacchetto e mezzo al giorno) tale era il senso di disgusto che mi avevano provocato. A me hanno detto che si spengono se non tiri perché hanno aggiunto della corteccia nel tabacco e hanno tolto le spiraline all’interno delle cartine che facilitavano la “bruciatura”…però non saprei… non erano certo voci autorevoli a riguardo. Amici. Certo, qualsiasi cosa abbiano inventato, non gli sta certo portando bene….moltissime persone stanno smettendo oppure passano al tabacco! Peggio per loro! :o)
    ps
    Roby….oddio…sul fatto che fumare “sapientemente” possa solo fare bene, ho i miei dubbi. Sarebbe una bellezza ma purtroppo non è così. L’unica cosa per cui “faceva bene” fumare è che si restava belli magri e svelti pur bevendo e mangiando come cinghiali, mentre adesso….mmmm…è un po’ più dura. Anyway, vi saluto…scusate l’intromissione e….BUON ANNO!

  9. Ho finalmente trovato, è abbastanza raro dalle mie parti, il Sig. Tabacco “American Spirit” che trovo veramente superiore a diversi altri che avevo provato. E’ veramente, VeraMentina, un’altra cosa e posso dirvi con tutta certezza che, almeno per ora e speriamo che continui così, NON contiene qualsivoglia genere di additivi. Per le sigarette sto allegramente spipazzando delle L&M Red prodotte nella Repubblica Ucraina le quali se dimenticate accese nel portacenere, lasciano il classico cordone di cenere fino al filtro per poi spegnersi Natural Mente.
    Se conosci dei rumeni te le portano a casa per la sbalorditiva somma di 25,00€ la stecca, almeno dalle mie parti è così.

    Forse inutile ricordare che un passaparola su questi fatti potrebbe aiutare il ns prossimo.

    Ciao, Roby.

  10. E’ passato un pò di tempo da questa conversazione che ho appena letto, ed io ho realizzato da poco questa squallida realtà ,,, io faccio anche il medico, fra l’altro e, non voglio ripetere tutte le cose già dette , che condivido nella maggior parte !!! è veramente triste non riuscire a gustarsi un vizio e piacere che ognuno di noi dovrebbe avere il diritto di scegliersi….. ma viviamo in un mondo in cui dobbiamo sistematicamente subire delle decisioni che arrivano dall’ “alto” !!!!
    mi sa che anch’io smetterò di fumare ,,, : o fumi giusto o se no fai meglio a non fumare affatto !!
    mi fa venire in mente quando , pensando che facesse meno male il fumo , provavamo le famose sigarette one: merit 1, philips m. 1, diana ultra light etc. etc. che poi tanto si tornava di nuovo a quelle di prima,,,,,
    voglio fare i complimenti x questo blog , mi iscrivo , e un in bocca al lupo a tutti con uno slogan : o ci danno le vecchie sigarette o si smette tutti ……( anch’io ho quella macchinetta che ho comprato in germania , ma francamente non ho voglia di star li ….)
    ciao a tutti da Max.

  11. Niente da dire..le nuove sigarette/tabacco fanno letteralmente schifo..e aimè da buon fumatore di golden wirginia ormai non so più neanche da quanto sono diventate insopporabili anche loro se non addirittura provocanti.. Speravo che il tabacco sfuso non cambiasse eccessivamente (limitandosi a variazione raccolti) ma purtroppo non è stato così aimè..mi domando se non abbiano deciso di farci morire per avvelenamento!! 🙂 che non per le consuete patologie già note..
    Spero non serva a lanciare una nuova gamma di prodotti farmaceutici ancora sconosciuti..sigh..come uno precedentemente faceva notare..
    Fatevi sentire!!
    🙂

  12. Arrivo con netto ritardo. Premetto che sono fumatore di Marlboro morbide rosse, sigarette che adoravo ma che, da qualche tempo, mi stanno provocando una sorta di rifiuto quasi fisico, con annesso senso di nausea. Ho sempre preferito i pacchetti morbidi perché trovavo che le sigarette erano più gustose e tiravano meglio, essendo meno pressate. Ora, pur risalendo la novità delle sigarette che si spengono da sé ormai al 2011, credo che per un po’ di tempo, essendo le Marlboro morbide indubbiamente meno fumate delle “dure”, sia ancora riuscito a reperire sul mercato dei pacchetti vecchi, quindi senza questa modifica, ma come ho detto ora, da un po’ di tempo, tutto è cambiato: sigarette che non tirano più, gusto sempre più schifoso a metà strada tra l’asfalto e la plastica, fumata ormai per niente appagante, anzi come già detto persin nauseante. Se penso a quando, ragazzino, già adoravo le Marlboro ed il loro gusto unico, ma le compravo raramente per questioni di budget e sarei stato disposto a raccoglierne persino i mozziconi in terra, mi viene un groppo in gola! Probabilmente, dopo molti anni, tornerò al trinciato. Avevo iniziato con quello, ma da quando era sparito il Nazionale nel 2006 (roba da nonni, lo so, ma ho sempre adorato il tabacco Kentucky e quello era davvero delizioso), mi ero buttato sulle preconfezionate, stanco delle centinaia di tabacchi in fotocopia che abbiamo in Italia (tutti Virginia, preferibilmente senza additivi, il che sarà anche un pregio ma a me il tabacco biondo proprio non piace, ho sempre preferito gli American blend!). Ora mi adopererò per cercare un trinciato che mi soddisfi minimamente, sarà dura perché il mercato italiano, come ho già spiegato, a differenza del resto dei paesi europei, sembra conoscere una sola tipologia di tabacco, appunto i Virginia, ignorando tutti gli altri, ma ormai l’alternativa a ‘sto schifo è smettere di fumare e, almeno per ora, la cosa non mi garba. Nel frattempo, grazie a te per l’interessantissimo articolo.

    • Grazie a te del chiaro e completo commento. Sai Marco? Da novembre 2012 sono passata alla sigaretta elettronica (rigorosamente Ovale, dopo averne provata un’altra marca meno performante ) interessante alternativa ( anche se non ho cominciato per smettere di fumare ma per aiutare il mio compagno nella sua scelta )…oramai fumo una sigaretta ogni tanto ( rigorosamente fatta con il tabacco ), ma il sapore di combustione mi è diventato quasi insopportabile ( e anche i tabacchi come dici tu non sono un granchè purtroppo! ). Questo è uno dei motivi per cui nel giro di poco tempo si smette di fumare con la sigaretta elettronica. Se e quando ne avrai voglia, ti consiglio di provare. Se accadrà fammi sapere. Ma ti chiedo un’altra cortesia! SE trovi un trinciato decente, fammi sapere dove e come poterlo avere, perchè una buona sigaretta, resta una buona sigaretta! Un abbraccio.

      • beh sai, la definizione di “trinciato decente” è quanto di più variabile esista al mondo. Anzi tutto, tu su che marca ti eri orientata? Io, come detto, ho gusti un po’ da vecchio, cioè tabacchi italiani Kentucky o, al limite, gli american blend. In Italia, purtroppo, come ho scritto sembrano andare per la maggiore i Virginia, preferibilmente additive-free (saranno poi tutti così? Sul Natural American spirit ci metto la mano sul fuoco, basta vedere infatti come si secca nel giro di pochi giorni, chiaro indice di mancanza di conservanti umidificanti, ma sugli altri, Pueblo in particolare, sono abbastanza scettico…). Il mercato dei trinciati, in Italia, risente del fatto che, storicamente, la gente qui ha sempre rollato poco: dieci anni fa, quando andavo in giro con tabacco e cartine, ero praticamente l’unico tra i coetanei e venivo puntualmente sfottuto come “svarione dedito all’hashish” (proprio io, che sono di destra e che mai ho fatto un tiro ad una canna 🙂 Pian piano, poi, i fumatori hanno iniziato a scoprire il trinciato solo per ovviare ai crescenti prezzi delle preconfezionate, ma la cultura dell’hand-rolling è tendente a zero nel nostro Paese, a differenza del centro-nord Europa dove si è sempre rollato e, di conseguenza, il mercato presenta una scelta infinitamente più ampia. Qui, qualunque tabaccaccio che esce con un indiano stampato sul pacchetto, la scritta “natural-additive free” ed un gusto vagamente simile alle preconfezionate, ha sicuro successo, tutto il resto niente. Dai comunque un’occhiata alla bibbia on-line dell’hand rolling, trovi le recensioni di praticamente tutti i tabacchi commercializzati in Italia ed anche all’estero, inclusi cartine, filtri e portatabacchi: http://www.rollingtobacco.it/

  13. Si anche io fumo x 20 anni marlboro rosse dure ora fumo camel perche le altre sono infumabili arrivo a meta e poi la butto xke fanno letteralmente schifose. X quanto riguarda le famose 3 bande nn ci sono xke ci prendono x il sedere cosi?? Poi prendete una sigaretta qualsiasi accendetela fate qualche tiro e appoggitela su un pezzo di stoffa es un vecchio lenzuolo Cosa succede……. che prende fuoco lo stesso xke la stoffa brucia prima ke si spenga la sigaretta provate con le tende….idem con patate e allora a ke serve???? Si potrebbe mettere nelle stoffe nei tendaggi una qualche sostanza in grado di autoestinguersi e nn avvelenarci ulteriormente a noi c…o!!!!!!!Buona giornata a tutti voi ciao😜😜😜

    • salve, vi racconto la mia esoerienza. da sempre fumo marlboro light, da un anno avevo notato che il gusto era cambiato. sembravano piu forti, grattavano in gola e non riuscivo a gustarne una senza buttarla a meta. poi una collega mi ha offerto una delle sue, marlboro silver, mi sono accorta che il gusto era molto piu simile alle vecchie light di quelle che mi spacciavano i tabaccai per marlboro light… le marlboro gold. le sigarette da qualche anno sono decisamente cambiate, nel gusto, nel modo in cui si spengono e, come voi, anch’io ho cominciato a soffrire di mal di testa, cosa che non ho mai avuto prima, soprattutto quando, magari in una serata tra amici, fumo un po piu del solito. adoro fumare e anche per me rappresenta un momento di relax per me stessa a cui non vorrei rinunciare. se troverete aggiornamenti scriveteli. grazie. angela

  14. Le tre bande ci sono eccome, basta leccare la cartina per metterle in evidenza.
    Non è la banda ma il collante usato per la stessa ad essere estremamente tossico.
    Fate una ricerca per più info.

    • Nessuna follia!La cosa peggiore è che anche i tabacchi, che fino ad un anno fa erano meno contaminati, ora cominciano ad avere lo stesso problema. 😦
      Grazie Davide per essere passato di qua!
      Un abbraccio.
      Namasté.

  15. Sono fumatrice da trent’anni, e davvero negli ultimi dieci mesi, continuo a cambiare marca. Ultimamente, fumavo marlboro prime, ma non sono piu’ le stesse, idem merit uno. Oltre a provocarmi mal di testa e tossina, mi irritano anche la vescica, infatti aspetto responso esame citologico, perche’ vado avanti da un anno e mezzo. Speriamo bene, nel frattempo non mi resta che smettere!

    • Cara Lunastorta ti capisco! Io ero passata al tabacco e poi X quasi 3 anni alla sigaretta elettronica. Ora da un anno sono tornata al tabacco, fumo molto meno, ma alcuni tabacchi ancora si salvano!!! Prova! E se il problema è rollarle…ci sono delle fantastiche utilissime macchinette!!!
      So che sarebbe meglio smettere , ma è l’unico vizio che ho e ho deciso che me lo tengo, cercando di renderlo meno dannoso possibile!
      Un caro abbraccio e tienimi aggiornata!
      🙂

  16. Il tabaccaio mi diceva,, che nelle sigarette antincendio hanno tolto lo zolfo, quindi secondo lui il problema e’ lo zolfo .mah sara’ vero?
    Comunque mi ha proposto delle sigarette nuove, italiane, le fanno a Torino.
    Si chiamano YES ci sono bianche che fumo io leggere, rosse e nere, devo dire che mi trovo bene, hanno piu’ gusto come quelle di una volta. Ora le fumo da una settimana unica pecca e’ che pochi tabaccai le hanno eppure io sono di Milano in piu’ costano solo 4.20.

    • Cara Lunastorta, dubito il problema sia lo zolfo…io ho ripreso con il tabacco…Samson Blu o Golden Virginia Oro. Fumo molto meno e mi pare meglio…farsi la sigaretta diventa un rito e ti costringe a interrompere quel che stai facendo…interrompe il gesto meccanico e ti avvicina di più al concetto di spazio in cui ti godi il “piacere”. Grazie per il tuo commento!
      Un abbraccio ! 🙂

    • Probabilmente e vero,infatti prima sulla carta si notavano delle piccole bande grigie che ora non ci sono più … per la yesmoke,anche io mi trovo benissimo e non la cambierei con nessuna altra …costa di meno,e Italiana,e osteggiata dalle multinazionali e non solo,ed il gusto e migliore,e rispetto ad altre sigarette mi da la sensazione che bruci meglio,non sono costretto a tirare una continuazione …

  17. Io fumo tabacco da diverso tempo, e mi è capitato di trovare in due occasioni nel tabacco che fumavo abitualmente (Marlboro Gold) della plastica trinciata all’interno. Sono passato al Peter Stuyvesant Gold IDEM un pezzo di plastica rigida. Ora sto fumando Natural American Spirit da un anno,ormai controllo scrupolosamente il tabacco prima di rollare e sino ad oggi sembra ok. Fumare tabacco fa male ma fumare plastica è cancerogeno MALEDETTI BASTARDI…

  18. Forse non è il luogo adatto per la seguente questione, ma non so più a chi rivolgermi.
    Vorrei sottoporvi il mio problema, nella speranza possiate fornirmi un vs. parere (probabilmente siete a conoscenza di casi analoghi al mio).
    Fumo da circa 15 anni Marlboro Gold (mediamente 13 al giorno) senza aver mai riscontrato particolari variazioni di aroma. Negli ultimi 3 anni, a fasi alterne, mi capita di accendere la sigaretta e non sentire alcun sapore, sembra aria, e la cosa succede con qualsiasi marca e con qualsiasi intensità di nicotina/catrame/CO.
    Ho effettuato svariate visite ed esami di controllo, ma non è mai emerso niente di significativo. Ho pure sottoposto la questione alle principali multinazionali del tabacco che non hanno proprio voluto prendere in esame il mio problema.
    Non so più cosa fare e spero possiate darmi un consiglio su chi rivolgermi.

  19. Forse non è il luogo adatto per la seguente questione, ma non so più a chi rivolgermi.
    Vorrei sottoporvi il mio problema, nella speranza possiate fornirmi un vs. parere (probabilmente siete a conoscenza di casi analoghi al mio).
    Fumo da circa 15 anni Marlboro Gold (mediamente 13 al giorno) senza aver mai riscontrato particolari variazioni di aroma. Negli ultimi 3 anni, a fasi alterne, mi capita di accendere la sigaretta e non sentire alcun sapore, sembra aria, e la cosa succede con qualsiasi marca e con qualsiasi intensità di nicotina/catrame/CO.
    Ho effettuato svariate visite ed esami di controllo, ma non è mai emerso niente di significativo. Ho pure sottoposto la questione alle principali multinazionali del tabacco che non hanno proprio voluto prendere in esame il mio problema.
    Non so più cosa fare e spero possiate darmi un consiglio

  20. Forse non è il luogo adatto per la seguente questione, ma non so più a chi rivolgermi.
    Vorrei sottoporvi il mio problema, nella speranza possiate fornirmi un vs. gentile parere (probabilmente siete a conoscenza di casi analoghi al mio).
    Fumo da circa 15 anni Marlboro Gold (mediamente 13 al giorno) senza aver mai riscontrato particolari variazioni di aroma. Negli ultimi 3 anni, a fasi alterne, mi capita di accendere la sigaretta e non sentire alcun sapore, sembra aria, e la cosa succede con qualsiasi marca e con qualsiasi intensità di nicotina/catrame/CO.
    Ho effettuato svariati esami e visite di controllo, ma non è mai emerso niente di significativo. Ho pure sottoposto la questione alle principali multinazionali del tabacco che non hanno proprio voluto prendere in esame il mio problema.
    Non so più cosa fare e spero possiate darmi un consiglio su chi rivolgermi.
    Grazie.

  21. Un altra cosa molto importante da prendere in considerazione e che moltissime persone grazie a questo sistema fumano molto di più,specialmente coloro che vedono spegnersi la sigaretta,e che quindi,sono portati a fare molti più tiri per tenerla accesa,ed in base a questo ragionamento si potrebbe organizzare una causa in difesa dei consumatori … Tutte le marche di sigaretta sono cambiate,e quasi tutte le italiane cedute a marchi esteri,ora una marca al 100% italiana e la yesmoke prodotta in sicilia ed osteggiata sia dal governo che dalle altre multinazionali,visto che e una di quelle che costa di meno e la legge,fa pagare più tasse a chi le vende a minor prezzo,non si trovano da per tutto,bisogna richiederle,ed a volte,specialmente nei paesini sono di difficile reperibilità,sono vendute bianche rosse e nere e non hanno nulla da invidiare,rispetto alle migliori marche,anzi…le hanno boicottate,costano di meno, danno fastidio alle grandi multinazionali,e sono italiane,se proprio dobbiamo fumare,comperiamo ITALIANO,provate e non ve ne pentirete … non o nessun interesse nel pubblicizzarle se non le riflessioni fatte … pensate se domani passassero tutti a questa marca,che smacco …

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...