LE BARCHE NON SONO COSTRUITE PER RESTARE IN PORTO

a vele spiegate

E’ sempre difficile dire ciò che si pensa davvero.

Quando una persona amica, ti chiama e ti comunica un evento particolare che cambierà la sua vita, a seconda della sua decisione di viverlo in un modo, piuttosto che in un altro, in realtà non sai bene se vuole che tu gli dia ragione sulla scelta che ha in realtà già fatto, anche se vuol mostrare di essere confusa, oppure se desideri che le elenchi tutti i contro della situazione, affinché rifletta ancora un po’…

Così all’inizio ti limiti ad ascoltare attentamente, non solo le parole, ma soprattutto le sue emozioni, cercando di cogliere la verità che vibra in lei, piuttosto che la sua mente, che sembra cercare a tutti i costi di rendere quadrato un cerchio.

Quando ti è chiaro che il suo Cuore ha già deciso, mentre la sua mente cerca in tutti i modi di ricordargli quanto importanti siano la responsabilità, la stabilità, il non agire d’impulso, quanti siano i rischi, i buchi neri e gli angoli bui del lasciare la strada vecchia per quella nuova, e quanto chiunque sceglierebbe di restare piuttosto che andare, non riesci più a trattenerti e sbotti con una frase semplice e uno smaccato sorriso.

Hai già deciso, te lo si legge negli occhi mentre parli e cerchi di razionalizzare, ciò che non si nutre di mente, ma solo di Cuore. Quindi di cosa stiamo parlando?”

Poi dallo sgomento che appare sul suo volto, ti viene il dubbio.

Forse non voleva sentirsi dire nulla?

Forse voleva che la facessi solo riflettere, invece di sostenere la sua “folle” idea!

Forse voleva che facessi il genitore e le dicessi “ecco un altro dei tuoi colpi di testa!”

Forse voleva solo esprimere la sua confusione ed avere il tempo di lasciarla sedimentare. Quindi diciamo che voleva solo essere ascoltata nelle sue elucubrazioni.

Io credo che l’amicizia sia anche dire a coloro che amiamo, esattamente ciò che pensiamo nel momento in cui ci viene chiesto.

A volte rendiamo complicato ciò che, al solo primo sguardo, se fosse sguardo pulito e scevro da giudizio, si mostrerebbe la cosa più semplice del mondo.

A volte abbiamo bisogno di sentirci dire che stiamo facendo la cosa giusta ( o la cosa sbagliata ), perché i nostri condizionamenti sono tali e tanti e così radicati, che ci impediscono di agire in base a ciò che ci vibra dentro e finiamo per dare più peso ad una mente complessa e avida di quadrature forzate, di regole, di limiti e confini da non travalicare.

E in quei casi, ci dimentichiamo di quante volte, fino a quel momento, abbiamo espresso a parole, mille e più di mille volte, il nostro desiderio di incontrare nella nostra vita un evento straordinario in grado di concederci la possibilità di cambiare tutto, per rendere la nostra vita, più a nostra immagine e somiglianza che una gabbia, molto spesso neanche troppo dorata, dentro la quale languire giorno dopo giorno, guardando il cielo fra le sbarre come un condannato costretto in una cella del braccio della morte.

Forse chiedendo il parere di un amico, speriamo che lui faccia scomparire i nostri dubbi, le nostre ansie, le nostre paure e con un bel calcione, ci spedisca esattamente dove già abbiamo deciso di andare.

O forse lo facciamo sperando che ci faccia desistere da questo desiderio di volare fuori da quella gabbia, illustrandoci quanto il volo sia pieno di insidie e rischi e variabili non calcolabili, di quanto nella vita sia importante riflettere per agire con cognizione di causa e piani ben articolati e non rischiare di trovarsi con il culo per terra e le ossa rotte.

Qualsiasi sia il reale desiderio che ci spinge a confidarci con un amico, credo sia sua fondamentale responsabilità esprimere con sincerità il proprio sentire.

E questo è stato il mio : “Vola tesoro mio, alza le vele e salpa…le barche non sono costruite per restare in porto!”

 

 

Advertisements

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...