SOSPESI

 

 scoglio

“…da uno scoglio in mezzo al mare, puoi sentirti così…sospeso.

Puoi guardare la terraferma ( un nome, una garanzia ) e osservare tutti coloro che vi restano aggrappati con le unghie e con i denti, credendo sia più sicuro, più vantaggioso, più semplice, più affidabile.

Puoi osservarli mentre se ne stanno lì, sulla riva ad osservare l’orizzonte e ti pare di scorgere un fremito sul loro volto, in fondo al loro sguardo sembra esserci l ‘ombra di chi un tempo ha guardato quella linea all’orizzonte come una possibilità e non come l’isola che non c’è….forse si stanno chiedendo come sarebbe stato arrivare fin là e scoprire cosa ci fosse e restano lì immobili con lo sguardo fisso e gli occhi sognanti…poi una piccola esitazione un respiro profondo e un gesto repentino, li fa voltare e tornare sui propri passi, su quella terraferma che tanto rassicura.

Ma da uno scoglio in mezzo al mare puoi anche lasciare che lo sguardo si perda all’orizzonte su quelle vele che solcano il mare, in questo giorno di splendido sole e di primavera .

tramonto-in-barca-a-vela-31804108

Puoi scorgere sul ponte della propria imbarcazione qualcuno che guarda la terraferma e non comprendi se nei suoi occhi vi sia più nostalgia o sollievo.

Poi le vele si gonfiano e la barca procede sicura verso quella linea che pare segnare il confine fra cielo e terra e ti pare di scorgere un sorriso nel suo volto….nè nostalgia, né sollievo…solo vento che spinge oltre…

Nessuno può giudicare né l’uno né l’altro.

Né chi decide di restare con “i piedi per terra”…né chi decide di salpare.

Di certo, restare sullo scoglio in mezzo al mare a mezza via fra i due estremi, fa sentire sospesi.

Sospesi fra il desiderio di esplorare la vita e l’ignoto che rappresenta quella linea all’orizzonte e la tentazione di tornare a camminare su strade già percorse in terraferma, che paiono così sicure, ma hanno anche un “nonsoché”di limitato.

Da uno scoglio in mezzo al mare si può restare a guardare ora l’una, ora l’altra e sentirsi sospesi fra due mondi, poi si possono chiudere gli occhi e ascoltando il cuore per capire se la propria “barca” è pronta per salpare, si può cominciare godendo del tepore del sole, della brezza del vento e…..del sorriso del Cuore. Nel Presente è la Risposta.”

 

Advertisements

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...