IL SOLE DENTRO

 

cielo-pictures-of-nublado-fondos-de-escritorio-226042

Per lei che era sempre stata organizzata, super efficiente, iper controllata, provare quella sensazione di totale sconnessione dai suoi neuroni, era davvero inaccettabile.

La valigia aveva subito un restyling per almeno tre volte.

Incapace di riconoscere l’indispensabile e separarlo dal facoltativo e dal superfluo.

Farà caldo? Farà freddo? Pioverà?

Ancora una volta osservò e le parve un ulteriore specchio di come, anche nella sua vita, avesse subito spesso i danni di tale incapacità.

All’improvviso, guardò la valigia e con un gesto mirato, tolse alcune cose che apparvero finalmente in tutta la loro inutilità, eliminò ciò che gridava a squarciagola “Non ti servo!!!“ e aggiunto il beauty, chiuse una volta per tutte la valigia.

Preparò la borsa in cui “raccogliere i beni elettronici”, svuotò il frigo di ciò che sarebbe andato a male nei suoi giorni di assenza e uscì a comprare qualcosa da mangiare per il viaggio.

Il pranzo si sarebbe svolto dai suoi genitori, che l’avrebbero poi accompagnata in stazione a prendere quel Treno.

Si sentiva il fiato meno corto del giorno prima. Come se fosse scemata l’ansia, sostituita da una pacata sensazione di sospensione.

Il cielo era carico di nubi e nell’aria si respirava già odor di pioggia.

“Poco male” – pensò sorridendo con gli occhi al cielo.

“Ora parto e sai che c’è? Il sole me lo porto dentro.”

 

 

Advertisements

Un pensiero su “IL SOLE DENTRO

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...