PRENDERSI CURA

farfalla-in-palmo-di-mano

Prendersi cura

Ho sempre creduto di essere in grado di prendermi cura.

Dei miei oggetti, della mia casa, delle persone che amo, di me stessa.

Non ho mai permesso ad altri di prendersi cura di me.

Quando ho creduto di farlo, mi sono ritrovata in braghe di tela, o almeno questa è la sensazione che ho provato.

Sono stata cresciuta con il concetto del “doversi strutturare per non dover mai dipendere da nessuno e poter far fronte ad ogni cosa della vita da sola”.

Chiedere aiuto. Non mi è stato insegnato.

Accettare aiuto. Non mi è stato insegnato.

Dare aiuto, questo si mi è stato trasmesso fin dalla più tenera età.

Ad oggi colgo una sfumatura. Come spesso mi accade scopro di aver travisato il significato.

Come puoi dare aiuto, se non sei in grado di accettarlo?

E così scopri che quel “dare aiuto” altro non è stato, per lungo tempo, che un bisogno di approvazione, accettazione, necessità di percezione di se stessi e del proprio posto nel mondo.

Di Cuore si nasce, è vero, ma anche il Cuore va gestito, donato con parsimonia e attenzione. Affinare la capacità di discernimento in certi momenti della vita, diviene istinto di sopravvivenza.

Poi succede qualcosa.

Forse impari ad amarti di più e il prenderti cura di te stessa, improvvisamente si allontana dal condizionamento attraverso il quale ti hanno spiegato, che significa solo essere egoisti, e diviene un modo per amare di più il mondo, attraverso un amore che, se non è prima di tutto rivolto verso te stesso, non può essere consapevolmente rivolto verso l’esterno.

E impari.

Impari a lasciarti coccolare, non aspettandoti gesti simili a quelli che tu metteresti in campo e accetti le peculiarità di forme d’aiuto a te sconosciute che riescono incredibilmente a sorprenderti.

Impari ad accettare l’aiuto dei gesti semplici, ma così ricchi di Cuore che trasformano parametri di valutazione applicati per anni in modo meccanico e allargano il tuo sorriso fino a renderlo luce.

Impari a dire “Si, Grazie” e a cogliere la gioia negli occhi di chi sente finalmente di poter fare qualcosa per te.

Impari a non sentirti a disagio per la tua necessità di aiuto e non soffri più così tanto nel chiederlo.

Impari.

Impari a lasciarti andare davanti a chi cerca a suo modo di donarti un po’ di pace, di tregua dalle difficoltà della vita, dalla fatica del Cuore, dalla paura di sbagliare.

Impari e respiri e sorridi.

Insomma ti lasci amare e pensi che in fondo è tutto così semplice.

Amarsi, amare e essere amati.

In due parole : Prendersi cura.

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...