SENZA PAROLE

Stadio - Parole nel vento - front

Sono le parole che non definiscono le cose o forse è chi le usa che non ne garantisce il reale significato?

Troppe sono le parole pronunciate con inerzia o ignoranza, ripetute con leggera convinzione, abusate e svilite da un inappropriato uso, lanciate come frecce ad un bersaglio e finite come conficcate da un maldestro tiratore di coltelli.

Ci sono parole e parole. Vero.

Ma alcune, alcune parole proprio non si può stracciarle così.

Andrebbero pronunciate con la stessa cura con cui si scarta un regalo impacchettato alla perfezione, sussurrate per non alterarne armonia e colore, scritte con la passione di chi sa che mai potrebbe osarne l’utilizzo se non certo della loro concretezza….

E poi capisci che forse un altro tempo sarebbe il tuo tempo.

Ché forse le parole non sono importanti, ma l’uso che se ne fa, si.

E chi le “riceve”, le accoglie , le abbraccia, se ne lascia attraversare e finisce col crederci.

Allora osservi la scena e ti chiedi quante volte anche tu abbia abusato di parole che hanno ferito.

Infine, gli occhi al cielo, respiri a fondo e ti prometti che almeno una parola non pronuncerai più con leggerezza.

Ma soprattutto che, quando la “riceverai” di nuovo, saprai riconoscerne l’abuso.

A.F.

Advertisements

5 pensieri su “SENZA PAROLE

  1. Hai ragione: non è che siamo uno il corrispettivo dell’altra? 🙂
    È bellissimo. Soprattutto il passaggio in cui scrivi: “Andrebbero pronunciate con la stessa cura con cui si scarta un regalo impacchettato alla perfezione, sussurrate per non alterarne armonia e colore, scritte con la passione di chi sa che mai potrebbe osarne l’utilizzo se non certo della loro concretezza…” è splendido!

    • Difficile sottrarsi alla soggettività…vero. Trovo però che sia importante assumersi la responsabilità di ciò che si cerca di trasmettere attraverso le parole…soprattutto quando vengono pronunciate in momenti particolarmente delicati…è la mancata assunzione di responsabilità che mi amareggia…è questo “amaro” che resta e contagia…
      Grazie Equilibrista! 🙂

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...